Da ANCORAMI a tutta la sua vita, giù la maschera per ANDROMAN

Da ANCORAMI a tutta la sua vita, giù la maschera per ANDROMAN

Diamo oggi il benvenuto a ANDROMAN, artista poliedrico che sta spopolando nelle piattaforme musicali. Recentemente impegnato nella promozione del lavoro ANCORAMI, leggiamo con curiosità l’intervista a ANDROMAN, grati e onorati per il suo tempo e la cortesia riservataci! Apprenderemo curiosità, vizi e virtù della musica e della vita, ANDROMAN si svelerà con quelle che sono le collaborazioni, fra le quali con Red&Blue, le esperienze, e i progetti futuri. Ma largo ai convenevoli, diamo un caloroso benvenuto a ANDROMAN!

Com’è nata tua la passione per la musica?

La mia passione per la musica è nata grazie a mio padre ed il mio mp3. Ero solito intrufolarmi di nascosto nell’ufficio di mio padre, accendere il computer e scaricare tutte le canzoni delle play-list che ascoltava e che poi utilizzava e miscelava come dj poi nei locali, feste, ecc

Cosa significa e com’è nato il nome ANDROMAN e il suo personaggio, il suo sound?

Il nome Androman è nato unendo insieme il mio nome e cognome, come a voler dire chi sono ma senza usare la carta d’identità. Androman è un “super eroe”, uno dei tanti che preferisco perché nei momenti difficili, mi ha preso e messo davanti ad una tastiera, Androman è un regalo che dedico alla musica. Il mio sound si compone di strumenti base e sintetizzatori, il tutto accompagnato da un ritmo incalzante del kick, nelle mie canzoni non può mancare la chitarra.

Da un incontro o da uno scontro, tutto può essere ispirazione. Com’è nato il lavoro ANCORAMI?

Intanto Ancorami è un lavoro che nemmeno io mi aspettavo di creare. Boom! Dal nulla una cosa che esce ed esplode. Qui l’ispirazione era nascosta dentro, volendo sfogarmi ho sfidato me stesso e arrangiato questo brano. Nel testo, come nel video della canzone, la sfida è avvincente. Ne vado molto fiero

Il lavoro è accompagnato da un video?

Si, un video ben realizzato da un ragazzo di grande talento che ringrazio, Karlos Muja, riprese e sceneggiatura sono state costruite con lui. Nel video di Ancorami abbiamo scelto di mettere in relazione due metà, divise ma complementari, che mi rappresentano e che descrivano ciò che voglio raccontare nella canzone.


È prevista l’uscita di un disco?

Per adesso no, sono concentrato sulla pubblicazione di singoli che diano un assaggio di quello che un giorno, sarà un album, devo raccontare una storia, voglio farlo con calma pensando bene a ciò che dirò.

Cos’è per te l’arte, la musica?

L’arte è la bellezza e la musica è arte, ne è parte integrante ed il mio obbiettivo è entrarci dentro. Una canzone, ad esempio, prima di diventare arte deve essere pensata, ma anche composta, sbagliata e magari rivista totalmente da capo, questo passa per dei processi più o meno lunghi, esattamente come un quadro, una scultura o un esibizione artistica.

Quali sono le tue influenze artistiche?

Un po’ tutta la musica in genere è la mia influenza artistica, fin da quando ho cominciato, sono sempre rimasto colpito dai suoni più o meno rock, elettronici, ma anche classici. Sono cresciuto con la musica EDM, ma anche con Ligabue, Rihanna, Coldplay e Jovanotti.

Quali sono le tue collaborazioni musicali?

Nel mio team collaboro con musicisti fantastici alle chitarre, basso, pianoforte e anche violini, grazie a loro riesco a perfezionare le mie intuizioni nella fase finale della produzione. Credo che sia molto importante per un artista come me avere accanto grandi musicisti.

E la collaborazione con Red&Blue nel lavoro in promozione?

Una collaborazione importante, Red&Blue è un team di professionisti fantastici, molto preparati. Stiamo facendo un ottimo lavoro insieme, sono sicuro che riusciremo a lasciare il segno.

Quali sono i contenuti che vuoi trasmettere attraverso la tua arte?

Forse di tutte le arti, la musica è quella che più di tutte può trasmettere una molteplice varietà di emozioni, magari anche nello stesso brano: commozione, serenità, eccitamento, malinconia, ribellione, ecc. nessuna emozione è assente dalla tavolozza della musica. E le mie composizioni nascono sempre da qualcosa di forte, da stati d’animo o da situazioni ed esperienze che vivo con tutto me stesso e le voglio trasmettere, le voglio tirare fuori, condividerle. Dare a chi ascolta i miei brani, la mia musica, ciò di cui ha più bisogno nel momento in cui preme play su una mia canzone.

Parliamo delle tue pregiate esperienze di pubblicazioni, live, concerti o concorsi?

Ho cominciato a fare live come dj all’età di 15 anni, dentro club, discoteche e feste private, ho partecipato a molti concorsi, specialmente in selezioni o classifiche web. Nel primo

evento in discoteca suonai davanti a 600 ragazzi, fu molto emozionante, e in un contest per la Spinnin Records, nota etichetta discografica EDM olandese, arrivai 30esimo su oltre 500 partecipanti. Da cantautore e produttore ho partecipato al Tolfarte che è un festival internazionale molto importante e ho cantato in altri eventi nei dintorni di Roma.

Cosa ne pensi della scena musicale italiana? E cosa cambieresti/miglioreresti?

La scena musicale italiana, in questo momento, è molto ricca di contenuti, tra nuove scoperte e colonne del passato ritengo che siamo tra i paesi più influenti nel panorama mondiale, c’è poco da cambiare, possiamo solo migliorare in questo momento, ed io ovviamente proverò a far parte di questa ascesa.

Oltre al lavoro in promozione quale altro brano ci consigli di ascoltare?

Tra i miei altri singoli ti dico “Rendez-Vous” perché è quella che fino ad ora ha conquistato di più chi mi segue, ma in generale te le consiglio tutte: da “Tempo” che ha una musicalità importante, molto tecnica nel cantato e che accompagna un bel testo o anche “Frida Kalo” una bellissima ballata con chitarra acustica. Insomma, tutte, ascoltatele tutte, ognuna ha emozioni da farvi vivere.

Come stai vivendo da artista e persona questo periodo del covid-19?

Questo periodo è molto difficile per tutti, io l’ho vissuto abbastanza bene grazie alla mia famiglia e i miei amici, purtroppo non è stato possibile esprimersi a pieno nel contesto sociale, ci sono delle restrizioni e dobbiamo rispettarle per la sicurezza di tutti.

Progetti a breve e lungo termine?

Sono già concentrato sul mio prossimo singolo. Sto facendo e con il mio team stiamo facendo un buon lavoro, ci stiamo dando dentro a manetta. Per il futuro ci sono molte idee in cantiere…. lavori in corso, no spoiler.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.