Rio Tommasino, il grande cantuatore ci svela Sabato notte e i suoi progetti futuri

Rio Tommasino, il grande cantuatore ci svela Sabato notte e i suoi progetti futuri

Con grande piacere diamo il benvenuto a RIO TOMMASINO, artista poliedrico che sta facendo incetta di consensi coi suoi lavori musicali. Recentemente impegnato nella promozione del lavoro SABATO NOTTE, pubblichiamo con interesse l’intervista a RIO TOMMASINO, grati e onorati per il suo tempo e la cortesia riservataci! Apprenderemo curiosità, vizi e virtù della musica e della vita, RIO TOMMASINO si aprirà a noi con quelle che sono le collaborazioni, fra le quali con ADB Mediazioni, le esperienze, e i progetti futuri. Entriamo nel vivo dell’intervista e diamo un caloroso benvenuto a RIO TOMMASINO!

Com’è nata la passione per la musica? 

Ho un ricordo molto preciso al quale lego l’inizio della mia passione… avevo 11 anni e si avvicinava il mio compleanno, stavo passeggiando con mia madre per il centro di Roma e in un negozio a piazza Venezia mi innamorai perdutamente di una chitarra classica che stava nella vetrina di un negozio. Ovviamente per il compleanno chiesi una chitarra mentre per Natale l’iscrizione alla scuola di Musica. Mi piace credere che la musica abbia scelto me e non il contrario.

Com’è nato Rio Tommasino e il suo personaggio, il suo sound?

Il personaggio non è nato anzi ha fatto posto al vero me, con il tempo ho imparato ad essere davvero me stesso fregandomene della moda stilistica e musicale, non ho nessun interessa a rientrare in un genere o a far parte di una categoria. Non nego di aver cercato di strizzare l’occhio nel tempo alle tendenze che si succedevano ma poi ho ceduto, ho capito che mi piacciono certe cose e che mi riescono discretamente bene, ho smesso di fingere e di mettere vestiti che non mi calzano.

Ora la mia musica mi rende felice, mi basta una chitarra o un piano per cantare, non ho bisogno di sint sequenze e altre diavolerie, certo le uso fanno parte del “sound“ del quale mi chiedevi ma tutto poggia su una base acustica forte. Il mio suono nasce da poche cose semplici fatte bene e pensate. Non amo l’idea di non poter portare dal vivo il suono del disco, per questo la canzone deve girare bene arrangiata ma anche ridotta all’essenziale, se questo non avviene semplicemente la canzone non ha fondamenta abbastanza forti per uscire.

Come è stato concepito il lavoro Sabato notte? 

Sabato notte fa parte di un progetto, direi più un esperimento mio di scrittura, ho deciso di non parlare di me in questo ep e l’ho fatto per un motivo preciso, l’idea di base è quella di disegnare dei ritratti molto realistici e per farlo l’unico modo è non parlare di se stessi. Quando parli di te finisci inevitabilmente per alterare la realtà. Credo di esserci riuscito abbastanza bene anche in sabato notte che parla di me anche se non parla di me… nel senso che parla di un me passato, di un Rio ventenne, credo che alla fine dopo 15 anni riesci a dipingerti abbastanza bene senza addolcire o rendere duri i tratti. In tutto il progetto parlo di argomenti particolari e anche complicati ma lo faccio sempre senza dare nessun giudizio, l’idea di essere un narratore neutro mi piaceva e mi piace tantissimo. Insomma i ritratti sono dettagliati ma fatti a matita è chi ascolta che deve colorarseli come meglio crede

E com’è nato il suo videoclip? 

Il video è uscito praticamente da solo, essendo molto evocativa la canzone le immagini prendevano forma nella mente in maniera molto naturale, con Eleonora Puglia c’é stata subito intesa, lei vedeva esattamente le stesse cose che vedevo io.


E l’album da cui è estratto? Oppure è in cantiere un album che lo conterrà? 

Il progetto è composto da 4 canzoni, come dicevo prima sono dei ritratti, anzi nelle altre io sono ancora di più il narratore della storia, mi rende molto felice il fatto che tutti quelli che hanno sentito i pezzi mi abbiano detto che riescono a vedere i miei personaggi, lo trovo un complimento meraviglioso.

Com’è stato il percorso dall’esordio ad oggi? 

È una vita che canto, suono e scrivo ma in realtà è sempre tutto un esordio, la domanda quindi dovrebbe essere come è stato il percorso dal tuo esordio al tuo esordio… risponderei che spero continui questo esordio perché mi diverte molto.

Quali sono le influenze artistiche? 

Questa domanda la evito sempre perché credo che sia una cosa molto intima, sono cresciuto con tanta musica diversa nelle orecchie ma non farò nomi nemmeno sotto tortura… però posso dire che in questo momento ascolto molta musica che va dal 2000 al 2010… é stato un po’ il suono che ho voluto mettere nell’ep ma non so da cosa nasca questa particolare scelta.


E la collaborazione/i con ADB Mediazioni nel lavoro in promozione? 

Adb mediazioni sta facendo un gran lavoro, siamo solo all’inizio ma sono molto contento, ci sono un po di sorprese in arrivo…

Quali sono i contenuti che vuoi trasmettere attraverso la musica? 

Domanda difficilissima, sinceramente io non credo di voler trasmettere qualcosa, non voglio dare opinioni, nè schierarmi io sono solo un cantante, faccio intrattenimento e non voglio insegnare nulla a nessuno, racconto storie lo faccio con minuzia scelgo temi importanti e sono felice di sapere che alcuni poi approfondiscono ma se vuoi ascoltare con leggerezza una canzone devi poterlo fare per questo le cose davvero importanti nei miei testi sono nascoste e vanno trovate e interpretate.

Cosa ne pensi della scena musicale italiana? E cosa cambieresti/miglioreresti? 

La scena musicale Italiana è ottimo, molti la distruggono perchè fa figo dire che fa tutto schifo, a me invece quelli che smontano le canzoni mi sembrano solo degli sfigati.

Ovviamente l’offerta risponde alla domanda, direi che alla fine c’è un equilibrio sottile ma c’è, mi fa molto piacere che ora il pubblico comandi molto di più, internet è croce e delizia ma ha ridato potere ai consumatori.

Non migliorerei nulla, vorrei solo invitare la gente ad andare a vedere i live (quando si potrà) perché la musica bella o brutta che sia ha bisogno del pubblico.

Oltre al lavoro in promozione quale altro brano ci consigliate di ascoltare? 

I miei lavori precedenti sono molto diversi, credo che sia curioso ascoltarli tutti

https://www.youtube.com/channel/UCYpQ6rJabSOMU8CCwzrza_g


Come stai vivendo da artista e persona questo periodo del covid-19? 

Anche questa é una domanda alla quale preferisco non rispondere ma lo faccio per correttezza intellettuale, ho una mia idea molto precisa e provo sensazioni parecchio contrastanti ma preferisco tenerle per me.

Quali sono i programmi futuri? 

Dopo sabato notte ci saranno altri 3 pezzi, allora tutto prenderà forma è più avanti speriamo di portarli in giro, in realtà è già pronto il singolo per subito dopo i 3 pezzi in uscita ma forse questo non potevo dirlo ahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.