Lialai giovane e talentuosa cantante si racconta

Lialai giovane e talentuosa cantante si racconta

Giovane, talentuosa e con tanta grinta: è il ritratto delle donne che più ci piace, dove si superano gli stereotipi e si riesce a guardare a quello che è. Così è LIALAI, che abbiamo il piacere e l’onore di conoscere e intervistare, grazie alla sua generosità e al suo tempo concessoci; un concentrato di passione e forza per la musica che in questi giorni ha trovato sfogo, e grande apprezzamento, col lavoro “Kill me” e che ci fa venire l’acquolina in bocca per i prossimi e interessanti lavori dell’artista. Schietta e diretta, la apprezziamo per la sua franchezza!

Com’è nata la passione per la musica?

La passione della musica ce l’ho da quando sono piccola, mi è stata trasmessa dai miei genitori perché anche loro amano cantare, in più è una mia valvola di sfogo ed un modo per esprimermi


Cosa significa e com’è nato il nome Lialai e il suo personaggio, il suo sound?

Il nome è LIALAI era il nome che i miei genitori volevano darmi prima di optare per Caterina. LIALAI rappresenta la donna in ogni sua veste,comprese le vesti più nascoste.


Come è stato concepito il lavoro Kill me?

“Kill Me” è il secondo capitolo del mio romanzo musicale, è collegata alla prima canzone è sarà collegata alla terza come fosse una storia divisa in episodi


E com’è nato il suo videoclip?

Il videoclip rappresenta la mutazione di una donna ferita da un grande amore che diventa fredda e vuota. Il tema della rapina vuole rappresentare una situazione molto forte in cui questa donna, diventata ormai così fredda, sceglie appunto il denaro anche di fronte all’uomo più desiderato del pianeta


E l’album da cui è estratto? Oppure è in cantiere un album che lo conterrà?

Alla fine di questo mio romanzo cantato vorrò racchiudere in un unico album i capitoli di questa storia ed iniziarne una nuova


Com’è stato il percorso dall’esordio ad oggi?

Il mio percorso è iniziato nella primavera 2020 quindi meno di un anno fa. In meno di un anno ho già raggiunto grandi soddisfazioni e importanti traguardi


Quali sono le influenze artistiche?

Le influenze artistiche che hanno segnato le mie produzioni musicali sono sicuramente quelle della musica italiana ascoltata da sempre in casa mia e quella della musica più internazionale che ho ascoltato nel corso della mia vita

Quali sono le collaborazioni musicali?

Ad oggi quello che cerco è una collaborazione musicale molto forte in modo da poter spaziare in maniera più internazionale


Quali sono i contenuti che vuoi trasmettere attraverso la musica?

I contenuti che vorrei trasmettere attraverso la mia musica sono quelli di essere sempre se stessi senza preoccuparsi troppo del giudizio altrui perché è proprio quel giudizio che ci blocca dall’ottenere quello che vogliamo


Parliamo delle pregiate esperienze di live, concerti e concorsi?

Purtroppo in questo periodo storico il COVID ha bloccato ogni tipo di concerto ed esperienza live quindi ancora non ci penso ma non vedo l’ora che si possa riprendere e tornare alla normalità

Cosa ne pensi della scena musicale italiana? E cosa cambieresti/miglioreresti?

Forse in Italia si da molto valore alle parole e poco al ritmo limitandosi quindi ad una visione nazionale, la musica italiana è molto bella ed esprime con le parole ciò che nessun altro tipo di musica riesce ad esprimere grazie al fatto che la lingua italiana è una lingua estremamente romantica che permette di fare questo. Io però come avete potuto vedere ho deciso di non cantare in italiano proprio per esprimermi con i video e con il ritmo della musica rendendo un po’ più internazionale il progetto


Oltre al lavoro in promozione quale altro brano ci consigliate di ascoltare?

Consiglierei di ascoltare il mio primo brano “Dime“ e di vedere il video perché come ho appunto detto la nascita di questa donna che prova rabbia verso il genere maschile ha inizio nella mia prima canzone

Come stai vivendo da artista e persona questo periodo di covid-19?

Questo periodo di pandemia inizialmente l’ho vissuto male ma poi ho capito che forse poteva servire per fermarci a riflettere su noi stessi e ad oggi questo tempo che ci è stato concesso appunto dal blocco di qualsiasi cosa dovuto al covid è una delle cose più preziose

 

Quali sono i programmi futuri?

In futuro vorrei poter ampliare la mia conoscenza nell’ambito musicale e spaziare nei generi non limitandomi ad un unico genere e cimentandomi in cose sempre nuove

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.