Incontriamo FEDERICA D’ANDREA artista eccezionale, vita e curiosità partendo da DUE UNIVERSI

Incontriamo FEDERICA D’ANDREA artista eccezionale, vita e curiosità partendo da DUE UNIVERSI

Straordinaria e interessante intervista oggi a FEDERICA D’ANDREA, artista poliedrica che sta raccogliendo consensi crescenti nel pubblico italiano. Recentemente impegnata nella promozione del lavoro DUE UNIVERSI, pubblichiamo con gratitudine l’intervista a FEDERICA D’ANDREA, grati e onorati per il suo tempo e la cortesia riservataci! Entriamo più a fondo nella vita e nelle opere, FEDERICA D’ANDREA si aprirà a noi con quelle che sono le collaborazioni, fra le quali con Red&Blue,LaPOP, le esperienze, e i progetti futuri. Tuffiamoci in questo mondo speciale e diamo un caloroso benvenuto a FEDERICA D’ANDREA!

Com’è nata tua la passione per la musica?
È una passione innata che coltivo fin da piccola. Il primo tassello del mio percorso è stato lo Zecchino d’Oro nel 1998, quando avevo otto anni. Il resto è venuto da sè ed ancora oggi la musica è la mia attività principale a cui dedico tutta me stessa.
Cosa significa e com’è nato il nome FEDERICA D’ANDREA e il suo personaggio, il suo sound?
Federica D’Andrea è il mio nome, sono me stessa e non c è nessun personaggio! Ho deciso di non avere un nome d’arte proprio per questo, perché quando canto tiro fuori ciò che sono veramente! Il sound delle mie canzoni è pop, leggerò con qualche sfumatura di vintage..
Come descriveresti la nascita di DUE UNIVERSI?
“Due Universi”, come “Magnifico”, nasce dalla collaborazione con il musicista ed autore Ennio Salomone. È lui che trasforma in musica esperienze condivise, stati d’animo e tematiche che sento molto vicine.. Volevo cantare e parlare d’amore, il motore della vita e farlo in modo profondo e non scontato; “Due Universi” rispecchia esattamente questo mio pensiero.
Il lavoro è accompagnato da un video?
Sì, e mi sono affidata alla creatività e professionalità di Andrea Cavoli, videomaker con cui lavoro da tempo che riesce sempre a dare quel tocco di originalità ai miei video! È davvero talentuoso e non delude mai le mie aspettative.
La storytelling è molto carina e simpatica, si svolge tutto in una casa colorata che però non rispecchia il mood della protagonista che, rimasta sola, si consola con l’unica cosa che le resta del suo amore: un orso gigante di peluche!
A lui racconta le sue giornate, cerca di vivere come sempre la sua quotidianità tra una risata, un momento di malinconia ed un film sul divano… finché all’improvviso si sente bussare alla porta e ritorna il suo  amore, quella certezza di appartenersi nonostante tutto!
 
È prevista l’uscita di un disco?
Nei prossimi mesi vorrei cominciare a lavorarci.. Magari arriva il prossimo anno!
Com’è stato il percorso dall’esordio ad oggi?
Il mio percorso musicale comincia fin da piccola; non è stato facile trasformare la mia passione per la musica in professione ma ho avuto e continuo ad avere tantissime soddisfazioni.. Sono molto soddisfatta ed orgogliosa di come sta andando! 
Ho cominciato con lo Zecchino d’Oro, ho collaborato con diversi artisti del panorama musicale italiano, ho dato voce a cartoni animati e colonne sonore di film.. Sono fondatrice di un progetto di swing italiano con cui mi esibisco in Italia ed all’estero e dallo scorso lockdown ho deciso di riprendere in mano il mio progetto musicale da solista; è stata la luce in un momento complesso!
Rispetto agli esordi ho scelto di collaborare con Ennio Salomone e Frank Meta.. Siamo una squadra vincente!
Quali sono le tue influenze artistiche?
Mi piace la musica pop e adoro il jazz europeo.. da Billie Holiday a Nora Jones, Elisa, Simona Molinari.. Ascolto comunque musica di qualsiasi genere!
Quali sono le tue collaborazioni musicali?
Sono stata corista di Gianfranco Fasano e Rita Forte, ho cantato in diversi spettacoli con Angelo Maggi ed avuto il piacere di duettare con Memo Remigi nel disco “The italian swing”.
E le collaborazioni con Red&Blue e LaPOP nel lavoro in promozione?
Sono molto contenta di come sta andando, dei riscontri che sto avendo!
Collaboro da anni con entrambe e spero di continuare a farlo!
Quali sono i contenuti che vuoi trasmettere attraverso la tua arte?
Voglio trasmettere l’amore in tutte le sue forme, che sia per se stessi o per gli altri!
Mi piace l’idea che le persone possano sognare ascoltando quello che canto e che rivivano esperienze vissute, stati d’animo ed emozioni che appartengono alla vita di ognuno di noi ! 
 
Parliamo delle tue pregiate esperienze di pubblicazioni, live, concerti o concorsi?
Sono tornata il 24 dicembre dal mio primo tour internazionale in Russia durato più di venti giorni ! È stata un’esperienza unica, dura e formativa .. Mi sono esibita in teatri e club pazzeschi passando per Mosca, Yaroslav, Vladivostock e Magadan, città incredibile! Sono grata alla vita e alla musica per questa opportunità !Credo che per realizzare i propri sogni serva umiltà e crederci fino in fondo!
Nel 2018 ho avviato il mio percorso da solista con l’ep “Via”, prodotto da Vincenzo Grieco.. Poi mi sono presa una lunga pausa per tornare con le idee più chiare a luglio di questo anno con il mio singolo “Magnifico” scritto da E.Salomone, prodotto da Frank Meta, canzone dal mood giocoso e spensierato!
Il 3 dicembre è uscito “Due universi”, canzone lenta e malinconica dal mood invernale con un sound più caldo ed avvolgente … È sicuramente il mio più bel regalo di Natale!
Per quanto riguarda i concerti spero di ripartire nei prossimi mesi..!
Cosa ne pensi della scena musicale italiana? E cosa cambieresti/miglioreresti?
Credo che affermarsi come musicista in questo periodo storico sia davvero difficile ed i talent  non ci hanno di certo aiutato in questo! Siamo bombardati da musica e personaggi di passaggio che non sono destinati a rimanere nel tempo mentre prima  c’era la possibilità di avere un posto nel panorama musicale per chiunque avesse un talento e la capacità di comunicare qualcosa, per chi in qualche modo sapeva fare la differenza..
Oggi non è importante la sostanza ma tutto il resto; siamo nell’era in cui tutti possono fare tutto ma la musica è una cosa seria, ha bisogno di studio, dedizione, cura e sacrificio! Secondo me bisognerebbe sensibilizzare di più le persone, i giovani soprattutto, sull’argomento e far capire che la musica è prima di tutto arte!
 
Oltre al lavoro in promozione quale altro brano ci consigli di ascoltare?
Sicuramente “Magnifico” ma anche “Baciami”, la prima canzone che ho scritto!
Come stai vivendo da artista e persona questo periodo del covid-19?
È molto difficile.. Durante il primo lockdown ho deciso di riprendere in mano il mio percorso da solista e dedicarmi a questo mi ha salvato, è stata la luce di un momento davvero complesso! 
Non poter fare concerti, sentire il calore del pubblico non è stato facile, mi è mancato da morire.. Ma soprattutto ho sentito la mancanza del contatto umano con le persone che amo! 
Oggi mi sento cambiata, non vivo più in modo spensierato i pochi momenti che trascorro con la mia famiglia o con gli amici .. Spero si possa tornare al più presto alla normalità, agli abbracci, ai concerti strapieni di pubblico e alla spensieratezza.. Ne abbiamo davvero bisogno !
 
Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Uscire con un album, Sanremo e magari aprire un concerto di Elisa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.